Salta al contenuto principale

Attorno alla Piazza del Duomo

scorcio della facciata del Duomo con il Torrazzo

tutto l'anno

Attorno alla Piazza del Duomo sorgono i principali monumenti della città: la Cattedrale, dedicata a S. Maria Assunta, iniziata nel 1107, con l'imponente facciata portata a termine secoli dopo; alle pareti della navata maggiore è dipinto un prezioso ciclo di affreschi cinquecenteschi, tanto da far coniare ad Antonio Paolucci il felice appellativo di  "cappella sistina della pianura padana".

Collegato alla Cattedrale da una loggia, detta bertazzola, sorge il torrazzo, alto M 111, chiaramente distinto in due parti: la massiccia mole quadrangolare in cotto che termina con la merlatura e la snella ghirlanda in laterizio e marmo con la palla dorata: una scala permette di salire fino in cima e, nelle giornate limpide, il panorama spazia dalle Alpi agli Appennini.

Il battistero, a pianta ottagonale del 1167, ospita al suo interno il museo delle pietre romaniche.

La loggia dei militi risale al 1292, mentre il Palazzo comunale, iniziato nel 1206 venne ingrandito a più riprese a partire dal 1245.

Non lontano, scendendo da via Sicado si incontra la chiesa di S. Girolamo del 1615, costruita su una precedente; ospitava la confraternita di S. Giovanni Battista che assisteva i condannati a morte. Continuando per via Platina incontriamo il neoclassico palazzo Mina Bolzesi e l'ex chiesa di S. Vitale, oggi sala per conferenze con un interessante ciclo pittorico medievale.

Lungo via Aporti sorge la chiesa di S. Imerio del 1606, antica sede della Congregazione dei Carmelitani scalzi che conserva un'importante dipinto di Luigi Miradori detto il Genovesino, mentre non lontano, la più antica chiesa di S. Maria Maddalena del 1484 conserva la suo interno un polittico di Tommaso Aleni del sec. XVI.